BRESCIAOGGI - 14 aprile 2005 - Aspettando i "violini" di Armani

Katya Andreeva e la prossima regina de «L'Arte by 3Box» di Colombare di Sirmione. La giovane artista espone sotto irifiettori di una galleria che ha spianato la strada del successo ad altri colfeghi, oppure ha confermato il prestigio di artisti già acclamati dalla critica. Tra gli acclamati dalla critica, attesi prima dell estate a Colombare ci sono Arman, Mark Kostabi e Patriarca.

Il primo in agenda, la data della persona: le verrà ufficializzata nel prossimi giorni, è proprio Arman. Arman, al secolo Armand Fernandez, nato a Nizza nel 1928. dopo un primo esperimento nella pittura tradizionale, abbandonò a partire dal 1952 l'utilizzo del "cavalletto" per una nuova ricerca d'espressione. Cominciò con "timbri" su carta  moltiplicati  ossessivamente (Cachets), passo alle tracce e alle impronte (Allures). E tra il 1960 e 1962 che si compie il suodestino, pervenendo ad uno stile nuovo e potente; l'artista focalizza lo sguardo sulla natura moderna, industriale e urbana, appropriandosi degli oggetti della strada: li spezza, li assembla, li comprime e li colpisce di vampe di colore, arricchendoli di drammaticità.

Partendo dagli oggetti raccolt i dalla strada arriva alla Toro de-stru Mu¬nizione trasformandoli quindi "in massa e colore" mediante un processo di contaminazione.

I violini sezionati richiamano le scomposizioni del Cubismo; i tubetti di colore, i cui tracciati con le loro tantasmagoriche volute di colore compongono tele di grandi dimensioni, sembrano rendere omaggio a Pollock.

 
© 2017 Katya Andreeva Galleria Online
Login Form





Password dimenticata?
Cancel